Le elezioni politiche 2018 sono fissate per il 4 marzo, gli italiani all’estero hanno diritto di votare per corrispondenza, vediamo come.

 

I cittadini italiani maggiorenni sono chiamati al voto per il rinnovo dei componenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. L’elettore di età compresa tra i 18 e i 24 anni può votare solamente per la Camera dei Deputati, l’elettore maggiore di 25 anni vota anche per il Senato.

 

Possono partecipare ed esercitare il proprio diritto-dovere civico, sancito anche dalla Costituzione, non solamente coloro che si trovano sul territorio nazionale ma anche coloro che si trovano all'estero. Il voto avviene per corrispondenza.

 

Le schede votate dovranno essere richiuse, inserite nella busta e spedite o restituite al Consolato, Ufficio elettorale, entro e non oltre le ore 16:00 del 1 marzo 2018.

 

 

Elettori iscritti all’AIRE – Anagrafe Italiani Residenti all’estero

Gli elettori iscritti all’AIRE – Anagrafe Italiani Residenti all’estero, riceveranno il plico presso la propria residenza e potranno votare nei modi e nei termini indicati.

 

 

Elettori che vivono all’estero da oltre 12 mesi non iscritti all’AIRE– Anagrafe Italiani Residenti all’estero

Gli elettori che vivono stabilmente in uno Stato estero da oltre 12 mesi, per esercitare il diritto di voto per le Elezioni politiche 2018 per corrispondenza devono iscriversi all’AIRE– Anagrafe Italiani Residenti all’estero, entro il 31 gennaio 2018, attraverso questo link; si tratta di una procedura rapida e gratuita.

 

 

Elettori temporaneamente all’estero non iscritti all’AIRE – Anagrafe Italiani Residenti all’estero

Gli italiani che sono temporaneamente residenti all’estero da 3 a 12 mesi, per motivi di studio, lavoro, cure mediche, ragioni religiose, possono votare richiedendo, presso il proprio Comune di residenza, entro il termine del 31 gennaio 2018, l’Opzione per l’esercizio del voto per corrispondenza nella Circoscrizione Estero.

 

Occorre compilare questo modulo ed inoltrarlo via mail, pec o fax presso l’Ufficio Elettorale del Comune di riferimento. A seguito della ricezione della domanda, entro la data del 14 febbraio 2018, l’Ufficio Consolare dello Stato estero provvederà ad inviare all’indirizzo del richiedente il plico elettorale. Questo plico conterrà:

 

  • il certificato elettorale;
  • la scheda per il voto alla Camera dei Deputati;
  • la scheda per il voto al Senato;
  • un foglietto illustrativo;
  • le liste dei candidati della circoscrizione Estero;
  • una busta preaffrancata con l’indirizzo dell’Ufficio Consolare competente.

 

Gli elettori che non ricevono presso la propria residenza estera il plico possono, dal giorno 18 febbraio 2018, recarsi personalmente presso il Consolato Italiano e richiedere un duplicato.

 

 

Elettori che vivono all’estero da oltre 12 mesi non iscritti all’AIRE– Anagrafe Italiani Residenti all’estero

Gli elettori che vivono stabilmente in uno Stato estero da oltre 12 mesi, per esercitare il diritto di voto per le Elezioni politiche 2018 per corrispondenza devono iscriversi all’AIRE– Anagrafe Italiani Residenti all’estero, entro il 31 gennaio 2018, attraverso questo link; si tratta di una procedura rapida e gratuita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Emilio Barletta 2018